L'AP Peugeot cede alla capolista Cerignola

 

L'AP Peugeot Fratelli Tartarelli cede per 65 a 92 alla capolista Cerignola, formazione costruita con atleti provenienti dalle serie superiori e fortemente candidata a vincere il campionato. Nei primi due quarti i ragazzi di Cazzorla grazie alla freschezza fisica sono riusciti a mantenere il risultato in bilico, con un Brunetti tarantolato, Paparella e la combattività di Giovinazzi sottocanestro, chiudendo il primo tempo sul punteggio di 41 a 42. Alla ripresa l'esperienza ed una maggiore intensità difensiva dei dauni ha permesso di allungare il punteggio: tanti i punti di Musci nel pitturato e di Jonikas dalla distanza. Al termine della gara abbiamo raccolto il commento di Santiago Paparella: «sapevamo fosse una partita tostissima, ad oggi il nostro livello è questo: teniamo solo per una parte dei quaranta minuti, certamente il livello delle squadre che incontreremo sarà alto e quindi dobbiamo aumentare la nostra intensità». Dello stesso avviso è coach Cazzorla che rammaricato per la sconfitta dice: «abbiamo bisogno di aumentare il ritmo dei lavori settimanali e l'energia per poter affrontare il campionato».

Questa settimana intervistiamo il pivot Nicolò Giovinazzi classe ’85, che gioca da sempre a pallacanestro, originario di Andria, ma vissuto e cresciuto anche cestisticamente fino a 18 anni a Castellaneta. Trasferitosi per motivi di studio a Roma (vincitore di borsa di studio per la squadra di basket dell’Università Luiss) poi di lavoro a Torino ed infine a Bari-Torre a Mare dove attualmente vive con sua moglie e le sue due piccole bimbe.

Nicolò, ben arrivato all’AP. Questo è il tuo primo anno in questa società, com’è stato l’approccio?           

Avevo sempre sentito parlare dell'AP quando giocavo all'Action ma, di fatto, non mi ero mai avvicinato benché tanti giocatori anche molto amici militassero sull'altra sponda cestistica. L'anno scorso ebbi la fortuna di incontrare Gianni Sardella - per motivi di lavoro - ed in quella occasione mi arrivò la proposta di legarmi al mondo AP. Devo dire che mi trovo molto bene. Un bel gruppo di ragazzi più o meno giovani con cui ho davvero piacere di giocare a pallacanestro.

Il gruppo che hai trovato è formato da atleti che avevano già giocato insieme. Conoscevi già qualcuno?

Tra di loro conoscevo Persichella, Lescot ed Allegretti pur non avendo mai giocato con loro ma più di tutti conoscevo Paparella. Avevamo già giocato insieme a Monopoli ed in quella occasione si è creata una buona sintonia anche fuori dal campo. Tutti gli altri sono stati una bella scoperta.

Il campionato di C Silver ha un buon livello, come pensi che dobbiate affrontarlo?

Il nostro campionato ha certamente un buon livello, per ottenere buoni risultati dobbiamo essere sempre concentrati.

La gara contro Cerignola possiamo brevemente dire che è stata divisa in due parti, la prima in cui avete fatto un buon gioco di squadra tenendo a bada i dauni, la seconda invece sembrava vi foste fermati. Come potete migliorare?

Sì, sono concorde con questa sintesi. Nella prima metà siamo stati concentrati e con una buona marcatura a uomo siamo riusciti a recuperare lo strappo tanto da arrivare sul 41-42 giocando insieme. Al rientro dagli spogliatoi sapevamo che avremmo trovato in campo un Cerignola molto più deciso ed aggressivo poiché il loro intento, apertamente dichiarato, è quello di voler vincere il campionato. Non siamo stati pronti a contrastarli, abbiamo provato la difesa a zona, loro hanno fatto molti punti dalla distanza invece al nostro attacco si è letteralmente “spenta la luce”. Penso che l’unica critica che ci possiamo fare sia la carenza di attenzione. Un appunto vorrei farlo sulla gestione della gara da parte degli arbitri. Difficilmente attacco gli arbitri se si perde di 30 punti, ma ho notato una differenza lampante del metodo arbitrale tra le due squadre e questo durante una gara, alla lunga, condiziona in parte il suo andamento. Al di là di questo, dobbiamo mantenere sempre alta l’attenzione in tutte le gare, anche nella prossima a Lecce con i ragazzi de La scuola di Basket.

L’appuntamento per la quinta giornata di campionato è fuori casa a Lecce. L’AP Peugeot Tartarelli vi aspetta sabato 9 novembre alle ore 18 al Pala Ipsiam contro l’Adria Bari.

 

Read 172 times

  

 

Ap Monopoli Basket | Passion for Basket

Seguici su Facebook

Facebook

Gallery

Top
Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Più info…